Testimoni di Geova

Evoluzione di un movimento religioso



Warning: Illegal string offset 'a_vote' in /home/figeova/public_html/ecrire/inc/session.php on line 95
8 votes

Qui di seguito, la breve lettera di dissociazione di una Testimone di Geova associata ad una congregazione di lingua italiana di Ginevra, seguita dalla sua personale esperienza, narrata, con il suo consenso, dal referente di questo sito:


Mimma Latini
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
Ginevra – Svizzera

Alla: Sala del Regno dei Testimoni di Geova
Congregazione Carouge-Italiana
Rte de Veyrier 32, Carouge
Ginevra - Svizzera

Ginevra, in data 24 giugno 2009

Egregi Signori,

Io Mimma LATINI, ho deciso di non voler avere più nulla a che fare con l’organizzazione dei Testimoni di Geova, che non riconosco come il canale costituito da Dio.

Non desidero nessuna visita e nessuna telefonata da nessuno.

Vi prego di rispettare la mia volontà.

Di motivi, ce ne sono molti, ma non sto qui ad elencarli, perché tanto neanche prestate attenzione a ciò che hanno da dire i fratelli.

Grazie.

Mimma Latini.


Circostanze che hanno portato la protagonista a dissociarsi dalla congregazione, narrato da Roberto di Stefano:


Mimma è stata uno dei miei “studi biblici” oltre quaranta anni fa. Studiava anche il marito, che divenne uno dei miei migliori amici perché ci intendevamo benissimo.

A quel tempo, fu una “gioia” vedere premiata la nostra perseveranza, quando dopo un paio di anni, Mimma simboleggiò la sua dedicazione con il battesimo.

Poi gli anni passarono, siano noi che loro avemmo dei figli, e iniziarono le prime delusioni. Uno dei suoi figli, adolescente proclamatore non battezzato, fu visto fumare una sigaretta, come fanno moltissimi giovani per curiosità. Dovette subire un comitato giudiziario e fu disassociato. A quel tempo, si disassociavano anche i non battezzati. Iniziò subito l’ostracismo da parte dei coetanei della congregazione e le prime frustrazioni. Quest’episodio è rimasto impresso nella mente di Mimma che non si è mai rassegnata.

Non sto qui a raccontare tutte le sue altre delusioni, come dice nella sua lettera, ma il fatto sta che questo lontano episodio è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Ora ve lo racconto, con il suo consenso.

Da poco, ero stato io ad aver abbandonato ufficialmente l’Organizzazione. La storia della mia fuoriuscita l’ho narrata qui: http://www.testimoni-di-geova.info/...

Nella mia strategia di fuoriuscita, tra le differenti azioni che avevo progettato, c’era quella di inviare una lettera a tutti coloro che mi avevano conosciuto nell’Organizzazione, spiegando perché mi ero dimesso dall’incarico di anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. e perché avevo finito per delegittimare lo Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto e il battesimo come praticato dai Testimoni di Geova. Era una lettera di due pagine, con due pagine per sostenere ciascun argomento di delegittimazione. La inviai a circa 300-400 Testimoni di Geova di cui avevo precedentemente ritrovato gli indirizzi, tra cui anche quello di Mimma Latini.

Per Mimma, ciò che lesse non era una sorpresa. Da qualche tempo si era iscritta al forum e, come molti altri Testimoni di Geova, aveva già letto il libro di Franz, Crisi di Coscienza, ma il contenuto della mia lettera le fece decidere di non voler più frequentare le adunanze.

In quei pochi giorni, da quando smise di andare in Sala, capitò la visita del Sorvegliante di Circoscrizione.

Come di consueto durante la settimana della visita, il Sorvegliante fa visita a coloro che gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. hanno messo su una lista di “deboli spiritualmente”, ma anche la moglie del Sorvegliante partecipa a quest’attività, visita soprattutto le sorelle in "famgilie religiosamente divise", facendosi accompagnare da qualche sorella della congregazione ospite.

Ecco, dunque, che la moglie del Sorvegliante insieme con una sorella che conosce bene la storia di Mimma, va a farle visita per “incoraggiarla”.

Durante la discussione Mimma menziona molte delle cose che le davano fastidio nell’Organizzazione, una di queste era proprio l’episodio del figlio adolescente NON battezzato. A quel tempo, ricordò Mimma, la disposizione della disassociazione si applicava anche ai proclamatori non battezzati. Ma la giovane moglie del Sorvegliante Viaggiante derise l’affermazione di Mimma, pretendendo che non fosse vera. Eppure, la sorella che l’accompagnava conosceva bene la storia, ma non intervenne.

La reazione della moglie del Sorvegliante fu molto indisponente ed era semplicemente inaccettabile, perché sott’intendeva che Mimma dicesse menzogne. Così Mimma la pregò, seduta stante, di alzarsi e di andarsene! Le due Testimoni furono sorprese dalla sua reazione e cercarono di minimizzare.

Mimma aveva già preparato da tempo la sua lettera di dissociazione, ma non l’aveva ancora inviata. Non appena le due sorelle se ne andarono, non ha più esitato. Prese la lettera e andò immediatamente ad imbucarla.

L’indomani mattino, sorpresa, sorpresa, chi bussa al citofono? Il Sorvegliante Viaggiante insieme al Sorvegliante che Presiede Sorvegliante che Presiede che chiede se potevano salire. La risposta di Mimma è stata immediata: “No, non posso ricevervi. E poi, non avete letto la lettera che vi ho inviato?” Ovviamente non l’avevano nemmeno ricevuta, visto che era stata spedita il giorno prima. Come reazione, invece di una risposta … SILENZIO perfetto per alcuni istanti e poi, subito dopo il suono del citofono che interrompeva la comunicazione!

Non si sono mai più fatti sentire!

Oggi, Mimma è felicissima della sua scelta. Come la maggior parte di chi esce da questo movimento, non si è mai sentita così bene in tutta la sua vita ed è felicissima di partecipare al forum InfoTdGeova , sempre con il suo pseudonimo d’origine prima di dissociarsi.


I tuoi commenti

  • Il 22 settembre 2012 alle 17:22, di Studioso.Religioni In risposta a: Dissociazione dopo visita di "incoraggiamento"

    Ho maturato per esperienza diretta la capacità di "interdire" il testimone o l’anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , che disconosca e accusi di bugie il dissociato o il disassociato, non riesco più ad avere un contatto valido con i tdg, alla mia vista scappano, eppure la maggioranza non mi conosce. La signora Mimma ha capito, alla fine ha prevalso la ragione sulle falsità che per anni le hanno propinato. Io non riesco più ad avere un confronto con i tdg, mi chiedo perché quando parlo di questioni di fede e della bibbia(quella vera intendo, o la traduzione interlineare), essi scappino via, mah, rimarrà sempre un mistero. Mimma vada avanti, si goda la vita e pensi a Dio come una persona che ama e che perdona, i TDG non lo rappresentano certamente. Buona Fortuna e Auguri per un Vita di Amore. Saluti


    Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/ecrire/public/assembler.php(606) : eval()'d code on line 36

Rispondere all'articolo


Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/squelettes-dist/formulaires/forum.php on line 20
Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom

cizcz

Home | A proposito | Soggetti | Testimonianze | Eventi | Riflessioni sulla Bibbia | Interazione | Altre lingue


© Copyright 2017