Testimoni di Geova

Evoluzione di un movimento religioso



Warning: Illegal string offset 'a_vote' in /home/figeova/public_html/ecrire/inc/session.php on line 95

Meritano i Testimoni di essere trattati in modo offensivo e irrispettoso?

I Testimoni di Geova, non appena sono oggetto di attacchi violenti da parte delle autorità, come per esempio in alcuni paesi del Est, da parte di associazioni contro le sette o, semplicemente da coloro che li accusano con o senza alcuna ragione, si inalberano e gridano su tutti i tetti la loro indignazione e, quando riescono a trovare le basi legali, e perfino a denunciare chi li oltraggia o diffama.

Troviamo un ennesimo esempio nell’Annuario del 2012 a pagina 28, 29, che dice:

Armenia: menzogne sui Testimoni.

I media hanno lanciato una feroce campagna diffamatoria contro i testimoni di Geova, partendo dalle voci che spacciavano per Testimone un ragazzo di Sevan che aveva ucciso i genitori. Immediatamente è stata consegnata ai media una smentita. Ciò nonostante la campagna è andata avanti e in televisione è stato trasmesso un servizio in cui si sosteneva ancora che il giovane era testimone di Geova. Si parlava dei testimoni di Geova in tono offensivo e irrispettoso e nel corso del programma è stata mandata in onda questa soprascritta: “Carnefici fragili e crudeli al servizio di Geova”. Il pubblico veniva persino incoraggiato a usare la forza contro i Testimoni che andavano a far loro visita. Di conseguenza nel paese il sentimento di ostilità nei confronti dei testimoni di Geova è cresciuto notevolmente. È stata sporta denuncia contro l’emittente televisiva con la richiesta che rettificasse le dichiarazioni fatte, presentasse ufficialmente le proprie scuse e risarcisse i danni causati dal vilipendio del nostro nome e della nostra reputazione. Quando quest’Annuario è andato in stampa l’emittente non aveva ancora ritrattato le proprie dichiarazioni, anche se si stava cercando di definire la questione in modo amichevole.

Meritano i Testimoni di essere trattati in modo offensivo e irrispettoso?

Ebbene, per rispondere a questa domanda, dobbiamo ricordarci che i Testimoni di Geova non risparmiano nessuno in quanto a denigrazioni ingiurie contro le istituzioni di questo mondo, gli Stati, le Chiese in fatti tutte le altre religioni che, nel loro insieme identificano con Babilonia, la grande meretrice che commette fornicazione con i “re della terra”, ossia i governanti di questo mondo, come descritta nel libro di Apocalisse 17:5. Essi non accettano nessuna rivalità, per tale motivo qualsiasi altra religione, clero e tutti i suoi membri, è figlia di Satana il Diavolo e merita semplicemente l’annientamento totale ad Armaghedon, a mo’ di “soluzione finale”.

Non contenti di trattare in questo modo irrispettoso le istituzioni governative e quelle religiose del mondo, usano un linguaggio irrispettoso verso coloro che, dopo essere stati Testimoni di Geova, decidono di lasciare il movimento, apostrofandoli con qualsiasi titolo offensivo capiti loro a tiro, sovente pescato in qualche versetto della Bibbia, come “cani” e “scrofe” (Torre di Guardia 15 gennaio 1998 pagina 21).

Con il tempo, quest’abitudine di oltraggiare chi decide di abbandonare il movimento di cui non condividono più gli ideali, si fa sempre più sentire, moltiplicando gli attacchi in una rivista dopo l’altra, coprendoli di aggettivi e accostamenti dei più odiosi.

La recente edizione della rivista La Torre di Guardia del 15 luglio 2011, pagina 16, li definisce, facendo forzati accostamenti e manipolando le Sacre Scritture, “contrabbandieri”, “falsari”, affetti da “malattie contagiose letali” ed infine “mentalmente malati”:

Come i contrabbandieri, agiscono di nascosto, introducendo subdolamente idee apostate. E come un abile falsario cerca di spacciare documenti contraffatti, così gli apostati usano “parole finte”, o ragionamenti capziosi, nel tentativo di spacciare per vere le loro falsità.

Supponiamo che un medico vi dica di evitare i contatti con una persona affetta da una malattia contagiosa e letale. Non avreste dubbi su ciò che il medico intende dire, e seguireste strettamente le sue raccomandazioni. Ebbene, gli apostati sono, ‘mentalmente malati’e cercano di infettare altri con i loro insegnamenti subdoli.

Mentre pretendono usufruire dei diritti umani fondamentali garantiti dalla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, intentando cause contro chi vuole impedire loro di esercitare la loro libertà di religione, negano sfacciatamente, allo stesso tempo, ai loro ex membri, diritti garantiti dalla stessa Dichiarazione.

Allora, come meritano di essere trattati i Testimoni di Geova?

Lasciamo rispondere alla stessa Bibbia che pretendono osservare:

(Matteo 7:1-2) ...“Smettete di giudicare affinché non siate giudicati; poiché col giudizio col quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi!

Come da essa richiesto, stiamo aspettando che anche la Watchtower rettifichi le dichiarazioni fatte, presenti ufficialmente le proprie scuse e risarcisca i danni causati dal vilipendio del nostro nome e della nostra reputazione


Rispondere all'articolo


Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/squelettes-dist/formulaires/forum.php on line 20
Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom

cizcz

Home | A proposito | Soggetti | Testimonianze | Eventi | Riflessioni sulla Bibbia | Interazione | Altre lingue


© Copyright 2017