Testimoni di Geova

Evoluzione di un movimento religioso



Warning: Illegal string offset 'a_vote' in /home/figeova/public_html/ecrire/inc/session.php on line 95
4 votes

Sono felice di continuare a ricevere sul mio sito e sul mio blog, reazioni da parte di Testimoni di Geova o loro sostenitori, alcuni sinceri che si augurano che rinsavisca, altri, invece, apertamente inferociti dalla mia nuova missione nella vita.

Qui di seguito troverete il post di una certa Silvia Regali, che non conosco, ma che ha deciso di pubblicare il suo commento sul mio blog con tanto di nome e cognome, post che non so come interpretare, se come il tentativo di “guarirmi spiritualmente” o quello di ridicolizzarmi.

Comunque sia, a causa della limitazione nel numero dei caratteri ammessi dal sistema del blog, ossia 4096, ho deciso di rispondere QUI, sul mio sito, al suo post, cercando, non tanto di fare ragionare lei, ma per invitare i miei lettori a spendere qualche centesimo di meditazione sugli argomenti da lei sollevati.

Ecco quanto ho scritto:

Cara Silvia Regali,

visto che per me non è un disturbo ma un piacere risponderti, desidero condividere le mie osservazioni con te e con coloro che hanno letto il tuo post sul mio blog, post che hai voluto inserire liberamente, mettendoci personalmente il tuo nome e cognome e che puoi ritrovare QUI.

Per permettere di apprezzare la mia risposta, riporto qui di seguito il commento integrale di Silvia:

Ho letto in un tuo post, in risposta ad un utente anonimo, che tu ci metti nome e cognome, oltre che la faccia, per sottoscrivere ciò che dici. Beh, io il mio nome e cognome,( Silvia Regali, scusa ma foto non ne metto perché purtroppo ho il viso sfigurato!), ce li metto per dirti che ti auguro davvero, sinceramente di non credere in Geova.

Quello che scrivi sulla Watchtower, che E’ il canale STABILITO DA GEOVA DIO, è oltraggioso! Non tanto nei loro confronti, che in quanto semplici discepoli di Gesù, sanno bene di dover sopportare calunnie di ogni genere, ma è un oltraggio verso Geova stesso! I veri apostati si riconoscono proprio dal fatto che dicono di non aver nulla da ridire sui fedeli, di rispettare le loro scelte, ma poi lanciano accuse infami contro l’Organizzazione stessa di Dio!

Tu sei responsabile della morte eterna di tutti quei malcapitati che ti danno ascolto. Non sei meglio di Hitler, anzi! Le persone che Hitler ha ucciso avranno ancora la possibilità di redimersi e vivere in eterno. Quelle che ti trascini dietro tu, con tutte le menzogne che racconti, NO!

Hai augurato ad un altro utente che un giorno potesse aprire gli occhi e vedere che invece di servire Geova aveva servito la Watchtower. Io gli auguro di mantenerli gli occhi aperti come ha fatto fino ad ora e auguro a te, di poterti umiliare di fronte a Geova, come fece Manasse, che fu perdonato nonostante i suoi indicibili peccati. Geova ha detto dei suoi testimoni (che includono i fratelli della Watchtower): "...chi tocca voi tocca la pupilla del mio occhio" (Zaccaria 2:8); ha anche detto, tramite Gesù: "Chi non è con me è contro di me..." (Matteo 12:30).

Non credo che cambierai, come gli ebrei dal collo duro... La tua vita è tua, fanne ciò che credi, continua a buttarla nel fuoco eterno un giorno alla volta, ma almeno ravvediti dal trascinare persone innocenti lontano da Geova e dalla possibilità di essere felici in eterno.

Non ti disturbare a rispondermi, perché non c’è niente che tu possa dire per infinocchiarmi o per mettermi a disagio con qualche tuo scaltro rigiro di parole. Ciao e auguri sinceri di guarigione spirituale.

Silvia Regali.”

Anzitutto, lasciatemi dire che apprezzo la sincerità e la trasparenza di Silvia, visto che anche lei, come me, ha scelto di firmarsi con nome e cognome. La foto non è importante, ma quanto scrive lo è, perciò mi prendo il tempo per condividere con lei e con gli altri internauti, il mio pensiero.

Da quello che riesco a comprendere dal suo scritto, è che sia tuttora una Testimone di Geova, o che lo è stata nel passato come lo sono stato anche io per quasi 60 anni.

La prima cosa che vorrei rilevare è che, contrariamente a quanto scrive, il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
odierno non pretende che la Watchtower sia il “canale stabilito da Geova Dio”, come afferma. Essa è solo un Ente giuridico usato dal Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
, per pubblicare e distribuire … il “cibo a suo tempo”, ossia le interpretazioni e le direttive da esso approvate.

Semmai, è il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
a pretendere di essere l’unico “canale stabilito da Geova Dio”.

La seconda cosa che è bene ricordare è che un’affermazione, come quella appena citata, per avere almeno il minimo di attendibilità, dovrebbe essere confermata, non dall’ente che lo afferma o dalla comunità rappresentata da esso, ma da un’autorità neutra, accreditata a formarne il giudizio.

Purtroppo, in questo caso, nessuna autorità neutra e accreditata l’ha mai sottoscritta. In altre parole, nessuno, se non il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
stesso, può confermare che esso sia il “canale di comunicazione”, nemmeno il “Geova Dio” stesso, che, stando ai fatti, non sembra essersi mai più pronunciato dal tempo storico nel quale è stato collocato.

È vero, milioni di membri del movimento religioso dei Testimoni di Geova, come lo sono stato io stesso e come forse lo è tuttora Silvia, possono ergersi oltraggiati nel sentire qualcuno che ne neghi tale “nomina”.

Un’affermazione non diventa vera, solo perché milioni di persone vi aderiscono. Le affermazioni devono essere provate. Secondo il rapporto annuale del 2012, oggi i Testimone di Geova tengono settimanalmente oltre 8’760’000 studi biblici a domicilio.

Di norma, nessun proclamatore che studiasse con una di queste persone, si sognerebbe di trattarla in maniera irrispettosa, solo perché non vuole accettare l’opinione che il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
sia il “canale”. Al massimo, smetterà di tenere lo studio biblico con essa, senza doverla umiliare, come fa Silvia, solo perché non condivide le proprie opinioni.

Per quale motivo, quando a smettere di credervi, assumendosi la responsabilità, è un Testimone di Geova, si scatena, da parte della maggioranza dei Testimoni di Geova, un’ondata di odio, come quello che si percepisce nelle parole di Silvia?

Invece di offendersi, di sentirsi oltraggiato, il Testimone di Geova dovrebbe essere grato che l’essere umano abbia la capacità e il coraggio di cambiare opinione quando finisce per essere intimamente convinto che la sua precedente opinione non è più sostenibile; altrimenti, la loro opera di predicazione non potrebbe mai portare alcun frutto!

Se due amici hanno sempre votato per Silvio Berlusconi e che, alle urne, domani 25 febbraio 2013, uno d’essi votasse Beppe Grillo, sarebbe, non dico cristiano ma urbano e civile, non iniziare una faida contro l’amico, denigrandolo o mettendo su contro di esso tutta una propaganda di odio.

Da persone civili si possono accettare le differenze di opinioni, senza che i sentimenti di rispetto e di affetto siano intaccati. È da ciò, che si dimostra di essere cresciuti, maturi, aperti di mente e, semmai un giudizio ci deve essere, lasciarlo ai fatti, se non proprio a un essere supremo che venga a giudicare le opinioni di tutti.

In quanto al “sopportare calunnie”, cui fa riferimento Silvia, dipende da quale parte della barriera ci si trovi; non mi sembra una calunnia negare che il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
sia il “canale” scelto da Dio, ma certamente lo è quella di essere accusato di “non essere meglio di Hitler

”!

In quanto ad affermare che le persone che mi “trascino dietro” non possano redimersi e vivere in eterno (se tali condizioni esistono realmente), mentre quelle che Hitler ha fatto morire sì, lascio agli internauti trarre le loro conclusioni.

Personalmente ho un problema con un dio che condanna in eterno chi segue, “essendovi trascinato”, le opinioni dimostrabili di una persona, mentre premia con la vita eterna chi crede a infondate e perennemente mutevoli opinioni di un autoproclamatosi “canale” nominato da Cristo.

Se è Dio, allora dovrebbe punire similmente tutti coloro che hanno creduto alle fandonie insegnate da Russell e Rutherford, e che oggi sarebbero insegnamenti “apostati”, come per esempio che i “principi” del passato, ossia personaggi biblici come Abraamo, Mosè e Davide, dovevano risuscitare prima della fine del mondo nel 1925, e prendere il potere sulla terra.

In quanto alla definizione di “vero apostata” proposta dalla Silvia, ossia che “si riconoscono dal fatto che dicono di non aver nulla da ridire sui fedeli e di rispettare le loro scelte”, devo confessare che è la prima volta che la leggo; non esiste proprio un tale concetto nelle pubblicazioni dello Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto alle quali Silvia sembra aver fatto giuramento di fedeltà.

Anzi, come già espresso prima, i Testimoni di Geova dovrebbero essere grati che esiste l’apostasia. Se non ci fosse, ossia, se ciascuno rimanesse della propria opinione religiosa, tutta l’opera di predicazione sarebbe vana in quanto nessuno apostaterebbe dalla precedente fede per abbracciare quella geovista.

Ringrazio Silvia del suo augurio di essere “perdonato”, come lo fu Manasse, re di Giuda, secondo la Bibbia, al quale sembra riferirsi, nonostante i miei “indicibili peccati”, che, come per Manasse, includerebbero … infanticidio, assassinio e il segare a pezzi il profeta di Geova! – vedi Perspicacia vol.II pagina 193.

In quanto all’arroganza di credersi “la pupilla” dell’occhio di Geova (Zaccaria 2:8), come suggerisce lo scritto di Silvia, i Testimoni di Geova, Silvia in primis, dovrebbero riflettere su quanto dice la Bibbia a questo riguardo.

L’affermazione in questione, ossia “chi tocca voi tocca la pupilla del mio occhio”, fu scritta dal profeta Zaccaria, “non prima del 518 a.E.V. (Perspicacia vol. II pagina 1220), dunque dopo che, sia Salmaneser, nel 740 a.E:V. che Nabucodonosor nel 607 (?) a.E.V., avessero già “toccato la pupilla nell’occhio di Geova”, conquistando, uccidendo e deportandone gli abitanti, rispettivamente, delle dieci tribù d’Israele e da Giuda.

Infatti, questi, malgrado siano stati il “popolo di Geova”, la “pupilla del suo occhio” per oltre nove secoli, non erano certo al riparo per sempre. Non per nulla, prima della loro distruzione, Geremia li mise in guardia contro quest’attitudine arrogante di sicurezza e superiorità di confidare sul fatto che Geova li avessi scelti, che avessero come capitale Gerusalemme o che di loro era il suo tempio, dove Geova dimorava in spirito, dicendo (Geremia 7:4) “...Non confidate in parole fallaci, dicendo: ‘Il tempio di Geova, il tempio di Geova, il tempio di Geova essi sono!...”. Questo non impedì che, per ben due volte, Geova li abbandonasse nelle mani dei loro peggiori nemici, prima con Salmeneser e Nabucodonosor e poi con Tito, nel 70 E.V.

Similmente oggi, i Testimoni di Geova, farebbero bene a ricordare, se ci credono, a questi ammonimenti biblici, che il fatto di portare il nome di “popolo di Geova”, che si sono auto-attribuiti usurpandolo ai legittimi eredi di quel popolo, non è una garanzia, una sicurezza o un rifugio per loro, ma solo una grave responsabilità.

E poi, in quanto all’essere “con Cristo” o “contro Cristo”, anche qui, prima di pensare di essere “con lui”, i Testimoni di Geova farebbero bene a chiedergli, se credono veramente che egli esista, per sapere "se egli è con loro”.

In merito a cambiare o meno opinione, ricordo le parole di Honoré Gabriel Riqueti conte di Mirabeau, a chi è attribuita la celebre frase “Solo gli imbecilli non cambiano mai opinione” e aggiunse, in un’altra occasione “La presunzione, una volta disorientata, in uno stupido causa la confusione e l’odio”, e di “odio” da parte di molti mei lettori Testimoni di Geova, ne ho visto tanto su questo sito e sul mio blog.

In quanto agli innocenti ai quali Geova negherebbe la felicità e la vita eterna a causa mia, preferisco un Dio misericordioso, non sanguinario, un Dio onesto che giudica l’individuo per ciò che è e non per le sue opinioni. L’altro dio, i Testimoni di Geova possono tenerselo, non posso riconoscerlo come Dio!

Roberto di Stefano


Rispondere all'articolo


Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/squelettes-dist/formulaires/forum.php on line 20
Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom

cizcz