Testimoni di Geova

Evoluzione di un movimento religioso



Warning: Illegal string offset 'a_vote' in /home/figeova/public_html/ecrire/inc/session.php on line 95
11 votes

"Grandir avec Jéhovah" ossia “Crescere con Geova

"Aufgewachsen mit Jehova" - originale francese "Grandir avec Jéhovah" doppiato in tedesco. Programma trasmesso il 23 marzo 2012 dalle TV ZDF, ORF, SRG e ARD, visto da oltre un milione di telespettatori in Germania e proposto dalla 3SAT.

- Indagine di Florence Fernex e William Heinzer

Programma della televisione della Svizzera francese sui canali:
- TSR1 – Giovedì 11 novembre 2010 alle ore 20.10- TSR2 – Venerdi 12 novembre 2010 alle ore 00.30


Il programma, in lingua francese, mostra, da una parte, una famiglia di Testimoni di Geova, genitori e figli, impegnata nelle attività “teocratiche” prescritte dal movimento e dall’altra, ex-testimoni che hanno abbandonato il movimento e che descrivono come hanno vissuto la loro infanzia nel suo ambito.

Viene affrontato il problema dell’abuso ai minori in seno al movimento con varie interviste, tra cui quella di un anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , tutt’ora ufficialmente Testimone di Geova, che narra come, da membro di un Comitato Giudiziario, ha vissuto l’esperienza di un comitato per incesto. Ricorda come, malgrado il colpevole confessasse il suo reato e fosse infine disassociato, né la filiale Svizzera della Watchtower né il Sorvegliante viaggiante, quando visitò la congregazione, presero posizione per denunciarlo alle autorità competenti né dare qualche consiglio sul come proteggere le vittime che, essendo ancora bambine, continuavano a vivere sotto lo stesso tetto del loro padre criminale.

Ricorda poi un articolo della rivista Torre di Guardia del 1995 (vedi allegato) che riprende le istruzioni dell’Organizzazione in situazioni simili, che per essere valida, l’accusa di abusi sessuali deve essere confermata, come lo richiede la Bibbia, dalla testimonianza di due testimoni oculari dello stesso evento. Se ciò non è possibile, allora le direttive non sono quelle di lasciare che il caso sia giudicato dalle autorità secolari competenti, ma di “lasciare la questione della sua colpevolezza o innocenza fiduciosamente nelle mani di Geova”, mentre il nome del molestatore, “dovrebbe essere mantenuto strettamente riservato.”

L’indagine continua con l’intervista di Barbara Anderson, negli USA, personaggio fondamentale nello svelare il problema della pedofilia in seno al movimento religioso dei Testimoni di Geova, nonché William (Bill) Bowen, promotore del sito web Silentlambs che denuncia i casi di pedofilia all’interno dell’Organizzazione.

Torre di Guardia del 1° novembre 1995, pagina 28

Cosa possono fare gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. ?

Se un componente della congregazione che ha dei flashback o “ricordi repressi” di molestie subite nell’infanzia si rivolge agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , di solito due di loro verranno incaricati di assisterlo. Essi dovrebbero benevolmente incoraggiarlo a cercare intanto di ristabilirsi dallo stress emotivo. Il nome di eventuali molestatori indicati da questi “ricordi” dovrebbe essere mantenuto strettamente riservato. Il compito principale degli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. è quello di essere dei pastori. (Isaia 32:1, 2; 1 Pietro 5:2, 3) Dovrebbero sforzarsi soprattutto di ‘rivestirsi dei teneri affetti di compassione, benignità, modestia di mente, mitezza e longanimità’. (Colossesi 3:12) Ascoltino benevolmente e poi applichino il balsamo lenitivo delle Scritture. (Proverbi 12:18) Alcuni che sono afflitti da dolorosi “ricordi” hanno avuto parole di apprezzamento per le regolari visite o telefonate fatte loro dagli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. per sapere come stanno. Questi contatti non richiedono necessariamente molto tempo, ma dimostrano l’interessamento dell’organizzazione di Geova. Quando la persona afflitta vede che i suoi fratelli cristiani la amano davvero, può essere notevolmente aiutata a riacquistare l’equilibrio emotivo.

Che dire se la persona afflitta decide di fare un’accusa contro qualcuno? Allora due anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. possono informarla che, in armonia con il principio di Matteo 18:15, dovrebbe parlare personalmente all’accusato. Se l’accusatore non è emotivamente in grado di parlargli faccia a faccia, può farlo per telefono o anche per lettera. In questo modo l’accusato ha la possibilità di rispondere all’accusa con una solenne dichiarazione davanti a Geova. Potrebbe anche essere in grado di presentare delle prove che lo scagionano completamente. O forse l’accusato confesserà e si può arrivare alla riconciliazione. Che benedizione sarebbe questa! Se c’è una confessione, i due anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. possono trattare ulteriormente la cosa in armonia con i princìpi scritturali.

Se l’accusa viene negata, gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. dovrebbero spiegare all’accusatore che dal punto di vista giudiziario non si può fare nient’altro. E per la congregazione l’accusato continuerà a essere innocente. La Bibbia dice che per poter procedere giudiziariamente ci vogliono due o tre testimoni. (2 Corinti 13:1; 1 Timoteo 5:19) Anche se più di una persona “ricorda” di essere stata molestata dallo stesso individuo, la natura di questi ricordi è semplicemente troppo incerta per basare una decisione giudiziaria su di essi in assenza di altri riscontri. Questo non significa che tali “ricordi” siano considerati falsi (né che siano considerati veri). Ma nelle questioni giudiziarie, per accertare un fatto, occorre seguire i princìpi biblici.

Che dire se l’accusato — pur negando ogni addebito — è veramente colpevole? La fa forse franca? No di certo! La questione della sua colpevolezza o innocenza si può lasciare fiduciosamente nelle mani di Geova. “I peccati di alcuni uomini sono pubblicamente manifesti, conducendo direttamente al giudizio, ma in quanto ad altri uomini i loro peccati pure divengono manifesti in seguito”. (1 Timoteo 5:24; Romani 12:19; 14:12) Il libro di Proverbi dice: “L’aspettazione dei giusti è un’allegrezza, ma la medesima speranza dei malvagi perirà”. “Quando l’uomo malvagio muore, la sua speranza perisce”. (Proverbi 10:28; 11:7) Da ultimo Geova Dio e Cristo Gesù emetteranno un giudizio eterno con giustizia. — 1 Corinti 4:5.

Evidenziatura ndr


Rispondere all'articolo


Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/squelettes-dist/formulaires/forum.php on line 20
Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom

cizcz

Home | A proposito | Soggetti | Testimonianze | Eventi | Riflessioni sulla Bibbia | Interazione | Altre lingue


© Copyright 2017