Testimoni di Geova

Evoluzione di un movimento religioso



Warning: Illegal string offset 'a_vote' in /home/figeova/public_html/ecrire/inc/session.php on line 95
27 votes

La storia di Marta

La mia storia in molti aspetti è simile a quella di molti altri che si sono resi conto che tutta la loro vita era basata su una bolla di sapone.... e prima o dopo le bolle di sapone scoppiano.

Sono nata nel 1976, e mia mamma era già testimone di Geova. Ha cresciuto i miei tre fratelli maggiori, mia sorella più grande e me come tali. Io in particolare ho sempre avuto una mente indagatrice, e mia mamma ne approfittava per insegnarmi le dottrine dei tdg... tanto per rendere l’idea, a due anni ha iniziato a insegnarmi a leggere e scrivere, e da allora, per quasi 30 anni ho sempre letto la Bibbia ogni giorno... A 5 anni feci il mio primo discorso dal podio in Sala. Inutile dire che ero considerata la bambina modello, commentavo a parole mie fin da piccolissima, ragionavo con le sorelle più grandi di me, conoscevo e conosco tuttora un’infinità di versetti biblici a memoria. Bastava che qualcuno mi menzionasse un argomento, ed ecco che io riuscivo a trovare in pochi istanti una decina di scritture che lo sostenessero o lo confutassero, a seconda dei casi.

A scuola andavo benissimo, il massimo dei voti... le maestre (e in seguito i professori) che impazzivano per me. Ricordo che nell’ora in cui gli altri bambini facevano religione, io venivo affiancata a un insegnante di sostegno, un uomo che ricordo con molta stima. Con lui ebbi lunghissime conversazioni spirituali, e spesso e volentieri con i miei ragionamenti "schiaccianti" riuscivo a farlo sorridere e dire "ok, per oggi hai vinto tu"... ed ero una bambina di 7 anni! Ma ricordo anche che tutte le mattine, prima delle lezioni (ai tempi usava ancora così) si faceva la preghiera in classe, e io dovevo uscire dalla classe, sfilando davanti a tutti i miei compagni (che ovviamente non stavano ad osservare in silenzio... i bambini sanno essere molto crudeli, a volte). Questo si ripeteva tutti i giorni. Ricordo anche le feste di compleanno a cui non partecipavo mai... nemmeno era concesso assaggiare un pezzetto di torta (perché così facendo partecipi a un atto pagano!!!)... e io mi sentivo malissimo, combattuta tra l’assoluta certezza di avere "la verità" e il desiderio di essere a festeggiare con i miei compagni... e i sensi di colpa per aver provato anche solo un piccolo desiderio di essere diversa da quello che un bravo tdg dovrebbe essere! E ricordo infinite discussioni con le maestre, che dovevano inventarsi mille idee perché mentre gli altri bambini coloravano babbo natale, o imparavano le battute per la recita natalizia io non potevo assolutamente fare nulla del genere, e quindi per me poesie diverse, disegni diversi... e finisci per sentirti davvero diversa... ma io non volevo essere diversa, volevo essere come gli altri, ma non potevo certo dirlo a mia mamma, così fiera della sua bambina modello!! Io ero quella che aveva tutto anonimo a scuola (mai uno zaino con una scritta o un diario di barbie o simili, anche se a volte erano in offerta e costavano meno... ma sarebbe stata un’ostentazione di materialismo assolutamente impensabile!) Ovviamente niente pantaloni, fino a che non ho vinto la mia battaglia a 16 anni (fino ad allora a scuola con la GONNA!).

Tralascio le mille altre cose che mi rendevano penosamente diversa dagli altri... compreso il divieto assoluto di partecipare a qualsiasi attività scolastica non obbligatoria. Ricordo che mia mamma studiava con me la Bibbia due volte a settimana, e io mi preparavo coscienziosamente... Effettivamente ammetto che non tutto ciò che ho imparato è stato negativo. Per un tdg (almeno in teoria) valori come onestà, integrità morale, serietà e impegno sono fondamentali. Molto probabilmente, il buon carattere che tutti riconoscono in me è dovuto in gran parte al mio studio approfondito della Bibbia e dei suoi valori... Mai mentire, manifestare sempre amore, affetto, altruismo, generosità, ospitalità... e cose simili. Però ricordo anche che ad esempio non potevo frequentare la mia vicina di casa (una delle persone più buone che io conosca), mia coetanea... né andare alle giostre sotto casa assieme a lei, per il semplice fatto che non era tdg. Tenevamo in piedi la nostra amicizia parlandoci di nascosto dal balcone, oppure, siccome io pulivo le scale del nostro palazzo, lei faceva in modo di scendere quando lavavo il portone, così doveva aspettare assieme a me che si asciugasse. Chiedevo a mia mamma (all’età di 10 anni circa) come mai se Dio era amore, e Gesù pranzava a casa dei peccatori, io non potevo avere lei come amica. Mia mamma mi rispondeva che non era giusto fare certe domande, e che da grande avrei capito che era solo per la mia protezione... sempre che non fosse di cattivo umore, perché in quel caso mi arrivava un ceffone accompagnato dall’accusa di essere arrogante.

Sono sempre stata piuttosto sveglia... i professori mi lodavano per la mia intelligenza, e leggevo sempre molto, di tutto... ma anche la lettura viene scoraggiata, perché qualsiasi attività che sottrae tempo alla predicazione viene da Satana. Mi veniva rimproverata la mia intelligenza, e il mio essere curiosa. Da bambina parlavo da sola (come tutti i bambini)... immaginavo di essere una principessa. Mia mamma non faceva che dirmi che "chi parla da solo parla con i demoni"... cosa bellissima da dire a una bambina piccola: sognavo i demoni tutte le notti e avevo il terrore di addormentarmi... li immaginavo sotto il letto, o fuori dalla finestra... Non parliamo delle notti con temporali... ogni lampo illuminava gli alberi del piccolo parco sotto casa, e le loro forme sembravano quelle di mostri... Ancora adesso ho la fobia dei temporali, non riesco a farla passare. Per farmi ubbidire mia mamma mi raccontava che presto sarebbe venuto Armaghedon, e che chi non era fedele a Geova sarebbe morto. Mi è sempre stato insegnato a vedere quelli del "mondo" di fuori, come tanti morti che camminano. Mi diceva che dopo Armaghedon avremmo raccolto le ossa dei morti, e che se non fossi stata una brava tdg, sarei stata anche io raccolta insieme alle altre ossa.

Tutto questo mi sembrava così naturale, perché mia mamma avrebbe dovuto in segnarmi cose così se non fossero state vere? Eppure non facevo che chiedermi come fosse possibile che un Dio d’amore potesse essere anche così crudele... e perché nelle pubblicazioni che leggevo c’erano illustrazioni terribili di Armaghedon e di gente che moriva e nella pagina accanto magnifici disegni del paradiso? Come poteva lo stesso Dio essere responsabile contemporaneamente di entrambe le cose? Mi veniva detto che un nuovo governo, prima di poter portare dei benefici, deve distruggere il governo malvagio... E perché se Dio è onnipotente non trova il modo di eliminare il MALE senza eliminare le PERSONE? E man mano che crescevo le domande diventavano sempre più scomode, sempre più importanti... e la risposta finì per essere sempre la stessa: sei arrogante e presuntuosa e vuoi conoscere cose che non ci è dato di sapere... aspetta che Dio illumini d’intendimento il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
(la classe dirigente) e vedrai che avrai le tue risposte, ma stai attenta perché a fare troppe domande perdi la fede e di conseguenza la vita. E allora smisi di chiedere... ad alta voce, ma in fondo sono sempre stata una tdg un po’ fuori dalle righe... ho sempre fatto e detto ciò che mi dettava il cuore, e non ho mai smesso di leggere, e chiedere a me stessa... e credevo che questo bastasse a rendere il mio pensiero indipendente, ma non era così. I condizionamenti che ho subìto erano subdoli al punto da credere che non ci fossero.

Arrivò il momento di scegliere le scuole superiori. Io andavao benissimo in tutte le materie, ma essendo particolarmente portata per l’italiano mi fu caldamente consigliato di scegliere il liceo classico e poi l’università, facoltà di lettere. Ma naturalmente l’università era fuori questione (tutt’ora all’ultima assemblea a cui ho assistito pochi mesi fa hanno ribadito il concetto che Dio non può approvare qualcuno che si costruisce un futuro in questo mondo destinato alla distruzione, e che l’ambiente universitario è permeato di pensieri satanici). Perciò, questo è ciò mi fu detto, farai la geometra perché i tuoi fratelli vanno a scuola lì e ti possono controllare e perché così sei vicina a casa e hai tempo per uscire in predicazione. Non mi fu chiesto se mi piaceva. Non mi vennero date alternative.

Per mia fortuna amo particolarmente imparare, sotto ogni punto di vista, ho una mente curiosa e indagatrice e mi piace studiare e leggere e provare a fare le cose. In effetti sono piuttosto vulcanica, e questo mi ha permesso di avere ottimi risultati pur frequentando una scuola che non ho amato affatto. (Anche se ora onestamente non mi dispiace essere capace di fare progetti al PC, e disegnare con programmi specifici... lo ammetto!) Mi sono sempre chiesta che risultati avrei ottenuto se avessi fatto ciò che avrei voluto... Il mio desiderio è sempre stato fare la scrittrice, e da ragazza scrissi un libro, un romanzo... ma quando la cosa venne risaputa (e non avevo intenzione di pubblicarlo, l’avevo scritto solo per la gioia di farlo) venni richiamata dagli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. e mi fu fatto notare che scrivere impediva alla mia mente di essere concentrata sul nuovo mondo che doveva venire e sottraeva del tempo alle attività spirituali.

Tutta la mia giornata era impegnata in queste attività. Al mattino andavo a scuola, a pranzo aiutavo mia mamma in casa, poi uscivo in predicazione (facevo circa 40, 50 ore al mese), alla sera studiavo e facevo i compiti, e prima di dormire studiavo la Bibbia e facevo ricerche per essere preparata alle adunanze. Ero così "brava" che le mie amiche, per prendermi in giro, mi chiamavano "enciclopedia" o "perspicacia 2" (Perspicacia è il nome dell’encicolpedia biblica edita dai tdg). Facevano a gara a uscire in predicazione con me, perché avevo ottimi risultati, le persone mi ascoltavano, sia per il modo di fare particolarmente avvicinabile (e NON insistente!), sia per la mia logica schiacciante. A quel punto ero più che indottrinata. Tutti i miei dubbi di bambina erano stati sostituiti da una fede fortissima e una condotta più che esemplare: facevo discorsi e dimostrazioni dal podio, venivo cercata per narrare esperienze, ero brava e assidua nella predicazione, e mi sentivo felice... finché le domande non si affacciavano alla mia mente... ma le scacciavo ripetendomi: quando Geova vorrà capirò. E quando vedevo persone attorno a me comportarsi male, mi dicevo: il problema è loro se la vedranno con Dio... l’importante è che io faccia tutto bene.

A 18 anni mi battezzai. Fosse stato per me l’avrei fatto prima, ma mia mamma riteneva che non fossi all’altezza, per cui ogni volta mi metteva i bastoni tra le ruote. Da maggiorenne non potè più farlo. Dopo sei mesi esatti divenni pioniera... dovevo cioè dedicare all’opera di predicazione 1000 ore all’anno, circa 90 al mese. Io ne facevo circa 140, 150 (circa 5 ore tutti i giorni)... e in più lavoravo e facevo tutto in casa a mia mamma (e in famiglia eravamo in 7). Quello che è certo è che imparai se non altro a saper organizzare benissimo le mie giornate... ma sentivo che mi mancava lo svago, e un po’ di tempo per me. Mi concedevo solo la lettura, il mio grande amore, ma mi restava tempo solo la notte per cui dormivo pochissimo.

In quel periodo conobbi il "fratello" che sarebbe diventato mio marito. Col senno di poi penso che se avessi avuto modo di conoscerlo meglio sicuramente non avrei mai sposato una persona simile. Ma è assolutamente vietato frequentarsi da soli. Non mi era concesso stare sola con lui nemmeno due minuti per salutarlo quando andava via (avrei potuto peccare!!!). I libri che trattano l’argomento dicono che non è nemmeno permesso tenersi per mano finché la data del matrimonio non è imminente. Figuriamoci! Non riuscivamo nemmeno a parlare di cose profonde, visto che c’era sempre qualcuno che "ronzava" attorno a noi. Nemmeno al telefono venivo lasciata sola, ero controllata ogni istante. Ovvio che uno che vuole fingere di essere ciò che non è ha vita facilissima in questo modo! E poi pensavo che qualsiasi matrimonio potesse funzionare bene, perché io ero una brava sorella e lui un bravo fratello e Geova avrebbe fatto il resto (!!!!!) Se a questo aggiungiamo che in quel periodo le cose in famiglia non erano proprio facilissime, il gioco è fatto...

Mi sposai a 21 anni. Ero ancora pioniera, esemplare, forte nella mia fede. Solo che il matrimonio non si rivelò essere come l’avevo immaginato. Tra mio marito e i miei suoceri facevano a gara a chi riusciva prima ad annientare la mia psiche e la mia volontà. Mi ritrovai presa in una gabbia fatta di insulti, scatti d’ira, umiliazioni, violenze sia psicologiche che fisiche... un vero e proprio inferno. Prima hanno annientato la mia volontà facendo leva sui sensi di colpa che fin da bambina mi portavo dietro... mi fecero il vuoto intorno, allontanandomi con bugie e calunnie da familiari e amici. Mi ritrovai anche davanti a un comitato giudiziario (il tribunale dei tdg) per rispondere di accuse delle quali non sapevo assolutamente nulla. Gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. (che avevo sempre considerato al di sopra delle parti) iniziarono a esercitare pressioni fortissime su di me, perché ammettessi errori che non avevo commesso, per potermi così allontanare dalla congregazione. Mi fu tolto il privilegio di essere pioniera (solo chi è esemplare può avere questa nomina e loro mi dissero che il fatto che avevo problemi con i miei suoceri voleva dire che non ero in grado di manifestare il "frutto dello spirito" (qualità come amore, gioia, pace, benugnità, bontà e altre). Non mi fu dato nemmeno il beneficio del dubbio, ma siccome non esistevano prove (non potevano esistere prove di cose che non avevo fatto!!!), non poterono disassociarmi. Ma fecero di tutto per farmi capire che per loro ero colpevole e non esistono parole per descrivere la profonda angoscia che provavo per la sensazione di essere accusata di cose non vere.

Da quel momento non ero più all’altezza delle aspettative che loro avevano nei miei confronti, e mi ritrovai da sola. In quel periodo ero incinta, sposata a un uomo che spesso aveva scatti di rabbia anche violenti, che non lavorava (erano veramente rari i momenti in cui lavorava, non ne aveva voglia, semplicemente), la mia famiglia non mi rivolgeva la parola a causa delle bugie dei miei suoceri e del mio, per fortuna ex, marito, e dovemmo lasciare la casa perché non potevamo permetterci un affitto. Lì ricomparsero i dubbi e le domande. Io sono sempre stata pronta ad aiutare gli altri e dare sempre tutta me stessa, ma adesso che avevo bisogno io, loro dov’erano? Oh, c’erano, ma solo per puntare il dito.

Dopo il parto le cose peggiorarono. Fui costretta a seguire mio marito a casa dei miei suoceri, dove rimanemmo per quasi due anni. Sprofondai in una terribile depressione, l’unica cosa di cui riuscivo a occuparmi era la mia bambina. Eppure, siccome ancora ero convinta di seguire la strada giusta, mi trascinavo fuori casa, sia per le adunanze che per la predicazione, come un automa... esteriormente ero di nuovo la persona esemplare, ma dentro ero morta. Chiesi aiuto agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , riguardo alla mia depressione... ma mi sentii rispondere che la depressione era solo una scusa per non assolvere i miei doveri spirituali. Che ero depressa perché non avevo fede. Allora chiesi aiuto perché mio marito non provvedeva il necessario alla famiglia ed eravamo pieni di debiti. Mi risposero che se non lavorava lui dovevo farlo io e se non lo facevo ero pigra e non adempivo al mio dovere di moglie. Chiesi ulteriormente aiuto per le percosse, e la violenza psicologica, mi dissero che evidentemente non ero una moglie rispettosa, e lui poverino perdeva la pazienza... e mi chiesero se adempivo al mio debito coniugale (ovvero se andavo a letto con lui). Lui si lamentò dicendo che non ero una buona moglie sotto quell’aspetto, e subii anche l’umiliazione di dover ricevere consigli su quante volte avrei dovuto sottostare ai desideri di mio marito per non indurlo a peccare.

Alla fine smisi di chiedere aiuto. In un modo o nell’altro, mi feci forza e uscii dalla depressione, non del tutto, ma quel tanto che bastava per trovarmi un lavoro e mantenere una casa. Ricordo le volte in cui andavo a lavorare, facevo le mie ore, poi andavo a casa, pulivo e sistemavo tutto alla perfezione (perché venivano anche a controllare se pulivo casa, e se non era a posto erano riprensioni), alla sera stanca morta, dedicavo ore per giocare, parlare, insegnare a mia figlia... dopodiché crollavo a letto esausta... Alla fine erano riusciti nel loro intento. Non scrivevo più, nè le mie amate poesie, né racconti. Non facevo più domande scomode. Non ero più una persona. Poi esasperata, decisi di lasciare mio marito, riallacciai i rapporti con la mia famiglia e mi trasferii in Sardegna dove abitavano da un anno.

Trovai lavoro in 8 giorni, da sola (perché i carissimi "fratelli" del luogo non facevano che dirmi "cosa sei venuta a fare qui, a rubare il lavoro a noi?"). Altri due giorni e avevo trovato casa. Piano piano l’ho arredata da sola. Ma avevo fatto i conti senza gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. . Vennero a chiedermi perché avevo lasciato mio marito. Ascoltarono le mie spiegazioni, con apparente amore e interesse... ma poi dissero che io avevo violato il voto del matrimonio... che essendo separata ero una specie di mina vagante (in realtà mi dipinsero come una specie di mangia uomini in agguato e pronta per far peccare i poveri uomini della congregazione!), e che Dio odia il divorzio e io non potevo sperare di avere la sua approvazione se non fossi tornata con mio marito. Per due mesi mi fecero visita due o tre volte la settimana, ripetendomi sempre le stesse cose, finché non riuscirono a convincermi. Lo chiamai e gli chiesi di raggiungermi. A lui non sembrava vero di poter tornare a essere mantenuto da me, e di avere di nuovo qualcuno che gli scaldasse la cena e il letto! Le cose ovviamente non erano cambiate... e mi ritrovai di nuovo a fare i conti con gli stessi problemi che avevo prima. Anche in questo caso chiesi aiuto agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. (ero ancora convinta che fossero il mezzo che Dio usava per aiutare le sue pecore!) Lui non venne nemmeno ripreso, mentre io venni consigliata sulla sottomissione che una moglie dovrebbe avere. Anche in questo caso mi vennero fatte domande suilla frequenza dei rapporti che avevo con mio marito visto che era stato notato il suo modo di guardare le altre donne ed erano giunti alla conclusione che lui era trascurato sotto quell’aspetto. Il fatto che fosse violento con me non veniva nemmeno preso in considerazione, mi sembrava di parlare al muro.

Iniziai a minacciare di lasciare di nuovo mio marito. Dissi che avevo i motivi, visto che lui alzava le mani e non provvedeva economicamente alla famiglia (motivi per cui è ammessa la separazione tra i tdg). Mi venne detto che se l’avessi lasciato e lui fosse andato con un’altra donna (perché poverino era un uomo e come tale doveva avere i suoi sfoghi fisici!), lui sarebbe stato condannato a causa mia, e se non si fosse pentito sarebbe morto ad Armaghedon, sempre per colpa mia. E poi, una ragazza giovane come me, avrebbe potuto trarre nel peccato altri fratelli e magari rovinare delle famiglie.... Restai ancora con lui... e poi accadde. L’avvenimento che mi svegliò dal coma profondo in cui ero caduta.

Sono assolutamente convinta che non esista nulla al mondo peggiore del vedere il proprio figlio soffrire. Figuriamoci poi se vieni lasciato completamente solo, e devi metterti contro il mondo per difenderlo. Mia figlia trascorse una settimana a casa dei nonni paterni (cosa ottenuta da mio marito dopo un terribile litigio e non poche percosse, perché io non volevo lasciarla con nessuno, tantomeno con loro che tanto mi avevano fatto del male!). Tengo a precisare che erano e sono tuttora stimatissimi tdg, che hanno privilegi e incarichi nella congregazione. Al suo ritorno scoprii che aveva subìto degli abusi. Non sto a raccontare le giornate agghiaccianti che seguirono, fatte di dubbi, incredulità, visite mediche, disegni allucinanti e racconti della bambina, denunce, ecc. Denunciai la cosa sia alle autorità legali che agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. della congregazione. Dal punto di vista legale, mi ritrovai a dover descrivere l’accaduto in 4 ore e mezza di interrogatorio, da sola... perché il mio ex marito era rimasto a casa a dormire, e mia madre disse che non dovevo denunciare nulla ai carabinieri perché andava del buon nome di Geova. Le risposi che non ero io ad aver infangato il suo nome, ma chi aveva approfittato dell’innocenza di una bambina di 5 anni. (Alla fine il caso venne archiviato per mancanza di elementi per procedere, dopo lunghissime torture psicologiche alla bambina, costretta a raccontare milioni di volte cosa fosse successo). Quanto agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. ... beh, è difficile crederci, ma mi telefonarono dicendo che non potevano fare nulla perché dal punto di vista biblico c’era bisogno di due testimoni! Risposi che la prossima volta avrei chiesto a mio suocero di invitarmi ad assistere così avrei potuto testimoniare... e loro mi risposero che stavo manifestando un atteggiamento ribelle e che dovevo stare attenta che Satana non mi portasse via (parole testuali!).

Informarono la società (la sede di Roma) dell’accaduto, e anche il sorvegliante viaggiante (un anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. che controlla le varie congregazioni). Anche lui mi telefonò per dirmi che avrei dovuto ritirare la denuncia, cosa che anche se fosse stato possibile non avrei mai fatto. Mi disse che non potevo essere sicura che non fossero le normali fantasie di una bambina che stava crescendo e scoprendo il proprio corpo. Risposi che mille libri e trattati affermano che un bambino difficilmente racconta gli abusi subiti, ma quando lo fa al 99,9% è vero... e che i particolari che aveva descritto mia figlia erano troppo precisi per essere inventati e gli chiesi se avesse avuto una figlia che gi raccontava certe cose cosa avrebbe fatto e pensato. Dissi che non potevo credere che non prendessero nessun tipo di provvedimento nei confronti del colpevole e che non potevo sopportare l’idea che fossero libero di avvicinare altri bambini. Mi rispose che se dicevo così allora non avevo fede in Geova e che se non uscivano le prove forse era perché Geova aveva deciso che non bisognava punirlo (!!!)

A quel punto lasciai definitivamente mio marito, che avrebbe dovuto essere disassociato per il suo comportamento, ma venne semplicemente ripreso. (E qui altre domande: ma come, uno può essere disassociato per una sigaretta, ma se picchi la moglie va bene?) Io venni additata come quella che non sottostava alle direttive dell’organizzazione, e alla fine, stanca, andai via dalla Sardegna e venni a vivere dov’ero cresciuta, ospite di mio fratello. (Altro tdg esemplare e pieno di privilegi e incarichi) A questo punto devo aggiungere che sia mia mamma, che i miei fratelli, che gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , mi fecero enormi pressioni perché tornassi con mio marito. Questa volta non ho ceduto. Sono stata ospite da mio fratello quasi un anno. In tutto questo tempo, mi ha impedito di prendere la residenza a casa sua, perché gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. non erano d’accordo che mi ospitasse (in fondo ero una sorella ribelle e separata!), e perché anche lui non era d’accordo, e che non dovevo denunciare ciò che era accaduto a mia figlia.... Non ha mai, MAI, chiesto una sola volta come stavo, o come stava mia figlia, o se avevamo bisogno di qualcosa. E questo né lui, né gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , nè la maggior parte dei fratelli e sorelle. Ogni volta che c’erano parti dal podio sulla famiglia e il matrimonio, come esempio negativo veniva fatto il mio, senza fare nomi, ma in modo che si capisse chiaramente di chi si parlava. Mi veniva rimproverata la mia poca partecipazione alla predicazione (circa una trentina di ore al mese), e quando rispondevo che lavoravo per mantenermi con mia figlia e dovevo anche dedicare del tempo a lei, mi dicevano che ero io a volere questa situazione. Solo una persona, un’amica, che adesso ho perso essendomi dissociata, mi stette vicino. Per tutti gli altri ero invisibile. Poi mio fratello ebbe la felice idea di cacciarmi di casa (siccome voleva diventare anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , non poteva tenere in casa una donna separata, anche se sua sorella!!!)

In un modo o nell’altro riuscii a trovare una sistemazione provvisoria e poi una casa comunale. I primi tempi ci adattammo a dormire per terra, non avevamo acqua calda, nè una lavatrice o una cucina gas... Presi tutto poco alla volta, con pazienza... prima i letti, poi la cucina, il frigo, la lavatrice, ecc.... In tutto questo nessuno, ripeto, NESSUNO, si degnò di darci una mano. Scoprii che gli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. della Sardegna avevano informato quelli di qui riguardo a ciò che era successo a mia figlia, e anche in questo caso venni ripresa per aver denunciato il fatto e recato in questo modo biasimo sull’organizzazione. Mi dissero che non ero libera di risposarmi, e non avrei mai potuto farmi una vita e quindi era meglio che tornassi con mio marito, se non altro per avere uno sfogo dal punto di vista fisico (!!) In tutto questo, non ho mai visto nemmeno una piccola traccia del tanto decantato amore fraterno.... ma continuavo lo stesso a dirmi che doveva esserci una spiegazione.

Un anziano anziano Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. mi disse: se Geova lo permette vuol dire che lo puoi sopportare... ma io sentivo dentro un vulcano che stava per esplodere. Le mille domande di quando ero piccola, e tutte le altre che avevo finito per accantonare da adulta, adesso non facevano che girare nella mia testa... e finalmente vedevo tutta l’ipocrisia, e la falsità, e le incoerenze, sia dal punto di vista dottrinale che comportamentale. E perché non posso accettare il sangue ma i derivati sì? E gli organi? Forse li puliscono dal sangue prima di trapiantarli? Non credo proprio!!! E perché persone come me che hanno dei problemi vengono abbandonate, e chi fa del male come il mio ex marito o i miei suoceri sono portati sul palmo della mano solo perché mantengono la facciata? E perché io non posso andare in chiesa o leggere letteratura di altre religioni, mentre gli altri DEVONO leggere la nostra? Perché...? Perché...? Tuttavia non ero ancora pronta ad andarmene.... A quanto pare ci voleva una spinta.... E arrivò anche quella.

Qualche mese conobbi quello che adesso è il mio compagno. Una persona splendida, non cristiano, ma intelligentissimo, e aperto, e maturo e sensibile... Con lui finalmente potevo parlare di tutto, anche dei miei dubbi.... e alla fine capii che dentro me non ero più tdg già da un po’. Ma ancora non ero pronta ad andarmene. Ad ottobre si sposa mio fratello, il maggiore, l’unico con cui abbia sempre avuto un buon rapporto. Io avrei dovuto essere la sua testimone, ma se mi fossi dissociata prima di ottobre, non sarei stata nemmeno invitata. Così decisi di aspettare fino ad allora. Ma io non sono capace di fingere... non riuscivo più, non mi sentivo me stessa.... e non mi andava di avere una doppia vita... Così, due mesi fa, scrissi la lettera di dissociazione. Non permisi a me stessa il minimo ripensamento, feci tutto in pochissimi giorni, e rifiutai di presentarmi all’appuntamento fissato dagli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. (senza informarmi) per cercare di farmi ragionare.

Ora sono fuori... vedo le cose da un punto di vista nuovo... e non è affatto facile. Mi sento come se tutto quello su cui ho sempre basato le mie scelte non fosse stato altro che una bolla di sapone. Mi sento stupida, arrabbiata, ingannata. Persino la mia amica menzionata prima mi ha cancellato dalla sua esistenza, e persone che mi hanno presa in braccio da piccola si girano per strada quando passo. I miei fratelli (tranne il maggiore) mi rivolgono a malapena un ciao, e mia mamma mi ha detto che avrebbe sofferto di meno se fossi morta. Mio fratello si sposa, e io non sono la testimone. Non sono nemmeno invitata... e mi è stato chiesto di restare in fondo, se volessi vedere la cerimonia, in modo da non mettere in imbarazzo i presenti. Ma fortunatamente ho un buon carattere e mi sto facendo numerose nuove amicizie, e il mio compagno mi è sempre di sostegno. Mi sento libera... ma allo stesso tempo sento anche tutta la pressione psicologica dei condizionamenti che ho subìto per trent’anni. So di essere forte, ma credo che ci vorrà tempo prima che io riesca a ritrovare il mio equilibrio interiore.... Non avevo mai visto la mia vita come tdg sotto l’ottica di abuso psicologico, ma è esattamente quello che ho vissuto... Mi sento defraudata di anni e anni... rapporti con i parenti inesistenti perché loro non erano testimoni... feste perse... amicizie mancate.... sofferenze che avrei forse evitato. Sento che non esiste più il controllo ferreo a cui dovevo sottostare prima: ogni aspetto della vita è regolato in maniera esagerata, persino il modo di vestire o pettinarsi, o la musica che si ascolta o i film che si guardano. Sono davvero libera di scegliere chi voglio essere... Mi sento un po’ come il protagonista di Truman Show, che all’improvviso scopre che tutto è finzione, e una volta nel mondo vero deve costruirsi una sua identità... Ah... ho ricominciato a scrivere...

Marta.


Intervista concessa da TV2000 a Marta sulla sua esperienza personale e sul libro "Geova mi ha delusa, non Dio":

http://www2.tv2000.it/s2ewtv2000/s2...


Geova mi ha delusa, non Dio

Geova mi ha delusa, non Dio

Una donna riscopre Dio e l’amore

Nuovo libro sui Testimoni di Geova Autore : De Rossi Marta Editore: EDB Pagine: 320 Prezzo: € 23,00

Descrizione

Quanti passi bisogna fare per riuscire a vedere la primavera al di là del gelo? Quando il ghiaccio si chiama violenza domestica e assenza di libertà,

quando i piedi sprofondano per la fatica di andare avanti, è normale chiedersi se l’inverno finirà mai di invadere il paesaggio.

Quando le forze abbandonano, sapere cosa ci aspetta al di là del freddo dà la motivazione per continuare a vivere.

Il volume descrive la storia di una rinascita. Al di là dell’inverno, la libertà dalle gabbie imposte da una confessione religiosa le cui regole sono rigide e condizionanti.

La possibilità di dimostrare che "diverso" non vuol dire "sbagliato". La scoperta che Dio non è un giudice impietoso, ma un Padre pieno di amore.

Al di là dell’inverno, nella storia narrata, ci sono la forza di una donna, le sue battaglie e gli occhi puliti di una bambina.

Quanti passi bisogna fare per riuscire a vedere al di là del gelo?

La storia di Marta, redatta in forma di Diario alternando i ricordi di bambina alla riflessione di oggi come donna, dimostra che vale la pena andare avanti,

perché l’Amore vince sempre e la primavera ritorna.

Il racconto, vivo e trascinante, apre uno scorcio sul mondo dei Testimoni di Geova, tanto noto quanto sconosciuto.

Il libro può essere ordinato QUI, dalla pagina della libreria virtuale “Unilibro”.


I tuoi commenti

  • Il 26 maggio 2011 alle 04:28, di gina In risposta a: Pedofilia e brutalità tra i Testimoni di Geova

    ciao sara sono una ex tdg come lo sei tu... ho letto la tua lettera per pura curiosità. Non posso dirti che cio’ che hai scritto è falso perchè solo tu puoi sapere cosa hai passato e come hai vissuto la tua vita, pero’ permettimi di fare le mie valutazioni al riguardo...penso che tu abbia sofferto molto non tanto a causa dell’organizzazione di Geova, ma quanto per l’ottusità di tua mamma... purtroppo ci sono persone che dal troppo zelo ti rendono la verità come una schiavitu’ non come una liberazione da cio’ che è nocivo. Ammetti che non tutti i genitori tdg negano i pantaloni alle proprie figlie e le cartelle "firmate".... ma poi scusa se il tuo dovere di sorella lo facevi, facendo l’ausiliaria con 40 ore al mese, circa 2,5 ore al giorno, perchè mai ti doveva essere contestato il tempo che dedicavi alla tua passione?? uno che non è testimone e legge la tua lettera sembra che i tdg vietano qualsiasi forma di svago che sia al di fuori delle attività spirituali, ma non è cosi’!!! tua mamma vietava a te attività extrascolastiche, tua mamma ha impedito che tu scegliessi la scuola che desideravi non Geova!! tua mamma ti ha detto che era meno doloroso vederti morta fisicamente non Geova capisci cosa intendo dire??? tu avrai raccontato la tua verità ma a mio parere ingigantendola o cmq non riconoscendo chi era il vero problema cioè tua mamma.Io sono stata allontanata, anche io soffro per tante situazioni che vedo, ma prima cosa non mi posso lamentare del trattamento quando lo sapevo dall’inizio... per cui che tu vai a dire che sei trattata male ingiustamente....no. che poi , ricorda che a Geova non sfugge niente, lui ha dato una guida e chiederà conto a ogni singola persona per ogni comportamento scorreto, compreso agli anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. che ti hanno abbattuta, alla mamma iper bigotta, al marito orco e ai "fratelli eccellenti" che hanno abusato di tua figlia. lo so a cosa stai pensando ora, che intanto loro sono li e tu sei qua ma tutti i nodi arrivano al pettine e quando arrivano sono dolori.....Io chiamami pazza ma voglio rientrare, non per essere riindrottinata, perchè un cervello mio ce l’ho, ma perchè io credo che cio’ che dice la Bibbia è verità e per quanto imperfetta, l’organizzazione dei tdg sia quella che piu’ si avvicina alla volontà di Dio nella Bibbia. trovami un’altra organizzazione che fa la volontà di Dio sulla terra visto che se credi nella bibbia dio dice che c’è uno schiavo fedele e discreto Schiavo Fedele e Discreto che lo serve nel tempo della fine.. se non è lo schiavo dei tdg, allora quale altra organizzazione è??? io nn ne ho trovate! Sai che penso?? che tu sia arrabbiata come me, anche io ho detto dentro di me "ma questo è il ringraziamento per tutto il bene che ho fatto"?? ma poi mi sono detta che la verità che mi insegna la bibbia non è come la vivono o te la fanno vivere alcuni tdg bigotti.. per cui come Gesu’ ha condannato gli scribi e farisei per aver trasmesso comandi di uomini come dottrine condannerò chi ti ha fatto soffrire e piangere per loro idee..... Geova non si è dimenticato di te e dell’amore che gli hai mostrato cn il cuore, fidati, e anche se sei "fuori" lui è pronto a vedere il bene che c’è in te, vuole solo che gli permetti di fare ancora parte della tua vita, che poi lui ti ha portato ad essere la persona meravigliosa che sei e che il tuo nuovo marito ama, non gli uomini imperfetti. non farlo per paura di morire, ma se nel tuo cuore c’è ancora posto per lui fagli spazio, lui vuole solo il tuo bene..... ciao.


    Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/ecrire/public/assembler.php(606) : eval()'d code on line 34
  • Il 8 dicembre 2012 alle 08:07, di Emanu3la In risposta a: Pedofilia e brutalità tra i Testimoni di Geova

    sono basita, davvero... cara Gina, parli di uno schiavo fedele e discreto Schiavo Fedele e Discreto ... ma quale fedeltà, ma quale discrezione... ma fammi il piacere... Ma non ti accorgi che il primo a non essere né fedele né discreto è proprio questo sedicente schiavo che, al contrario, pretende fedeltà e schiavizza quasi sette milioni di persone, mandandoli a "vendere" opuscoli (no, non dire che ora sono gratuiti perchè questo è vero solo in parte), quando studiavo io la coppia "svegliatevi e torre di guardia" costava 700 lire e, facendo i conti con quello che il libro "vivere" sosteneva, un milione di copie stampate e distribuite tutti i giorni, 700£ x 1.000.000 cara Gina, i conti falli tu; questo è un colossale business non una religione! adesso sono gratuiti? certo ma quando due tdg ti "offrono" le riviste, ti chiedono un contributo volontario e chi li accetta "offre" volontariamente almeno un euro (1936.27 lire) dico bene? I tdg predicano la buona notizia e poi ti dicono che sta arrivando la fine, è questa la buona notizia? che sette miliardi di persone stanno per essere annientate? alla faccia della buona notizia!!!! mi figuro quale strazio per un tdg per una cattiva notizia... i tdg negano in assoluto il rito, no!!! loro non hanno e non recitano alcun rito macché e non facciamone motivo di argomento, ne esce una discussione spietata, con argomentazioni insostenibili e con bugie all’aria aperta... non hanno riti? la preghiera prima di ogni attività come si chiama? la preghiera prima delle adunanze, degli studi di libro, delle altre menate, i canti e via dicendo come si chiamano? Sono riti, andassero a vedere un dizionario il significato del termine "rito" e ma no! un tdg ti risponde: "noi abbiamo la nostra letteratura, le pubblicazioni del mondo sono di satana e non li leggiamo" Cara Gina, vuoi essere reintegrata? beh! Tanti auguri, non ti invidio e non aspiro minimamente a seguirti. Emanuela


    Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/ecrire/public/assembler.php(606) : eval()'d code on line 73
  • Il 11 dicembre 2012 alle 12:16, di bellemo4117 In risposta a: Pedofilia e brutalità tra i Testimoni di Geova

    Entro con molta umiltà e molto rispetto in questo blog, in questa "adunanza" di ex Testimoni di Geova e/o di persone che ne fanno parte ma appartengono alla cosiddetta schiera dei "raffreddati", di coloro che per un motivo o per un altro non sono più così arrogantemente (E STUPIDAMENTE) certi che un’organizzazione comunque terrena possa arrogarsi il diritto di essere l’unica e l’esclusiva detentrice della VERITA’ (che parolone....). Prendo spunto dalla risposta di quel signore (indiscutibilmente TDG) che ha risposto al sig. Di Stefano tacciandolo di nascondersi dietro l’anonimato e di dire e non dire: caro lettore, se sai leggere l’italiano a me sembra che il Sig. Di Stefano dica molto più di quanto mi hanno detto in trent’anni anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. , servitori di ministero, sorveglianti viaggianti, pionieri ausiliari, regolari e speciali e beteliti e fratelli tutti: chiaro, comprensibile, ricco di dettagli, ed il fatto che non fosse firmato all’epoca è di una naturalezza e di una semplicità che può essere contestata soltanto da uno completamente vittima di un lavaggio totale di cervello!!! Parlo da ex TdG: sono stato disassociato tre anni fa e da allora mai più ricontattato da chicchessia: meglio per loro perchè ne riceverebbero una cortese ma ferma richiesta di non provare a cercarmi per nessun motivo. Sono stato disassociato a febbraio del 2010 per aver avuto un’esperienza extraconiugale, nonostante amassi ed ami tuttora con tutto il cuore la mia ex moglie. Ho sempre pensato che non si può chiedere la perfezione ad un essere umano imperfetto come non si può chiedere ad un ciuco l’eleganza e la fierezza di un destriero: chi è TdG mi risponderà che è troppo semplice dire una cosa del genere perchè allora tutti i peccati sarebbero scusabili. In realtà è così, lo si capisce solo uscendo dalle aberrazioni mentali e dalle costrizioni, dalle imposizioni e dai ricatti materiali e spirituali imposti dall’Organizzazione: La Bibbia dice che chi si pente sinceramente potrà essere perdonato e ristabilito... Non penso di essere diventato un criminale: eppure ho pianto per mesi, sono entrato in depressione, ho tentato il suicidio per annegamento, ho pregato, ho implorato, sono dimagrito 22 chili in due mesi e mezzo, stavo morendo per la vergogna e per la tristezza di aver peccato contro la mia amata moglie, contro Dio, contro me stesso... NON E’ FORSE QUESTA UNA DIMOSTRAZIONE DI PENTIMENTO? Chi può dirmi che non è vero che mi sono pentito? Dio vede aldilà di ciò che vedono gli uomini ed in questo io confido e spero... Non sto a parlare di dottrine, di "profezie" mancate (ma la Bibbia dice che chi profetizza qualcosa che non si avvera è un "falso Profeta" e di guardarsi dai falsi profeti perchè molti verranno nel mio nome....), di trasfusioni, di servizio militare, di cambi continui di "intendimenti" (ma se la Verità deve risplendere come la luce nel mondo dovrebbe essere chiara e semplice e immutabile), non sto a parlare di Trinità, dell’importanza esagerata che danno i TdG al fatto che Cristo sia morto su di un palo o su di una croce (dovrebbe essere importante il motivo per cui è morto, l’esempio di amore straordinario che ha dato per sanare i nostri peccati), non sto a parlare del perchè un Dio d’Amore, anzi, un Dio Amore (Dio è Amore) dovrebbe lasciare patire sofferenze immani ai suoi figli umani per dimostrare che Satana sbagliava (ma un Padre farebbe soffrire le pene dell’Inferno ad un piccolo suo bimbo per dimostrare che un’altra persona sbagliava nei suoi confronti?), non sto ad entrare nel merito di chi forma il Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
    Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
    (ma cos’è sta roba, dove è scritta) o lo Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto , o chi è davvero la Bestia Selvaggia, la Grande Meretrice, tutti termini che tutti i TdG hanno imparato a memoria e ripetuto senza mai porsi un lecito dubbio, una lecita domanda, per non essere tacciati di apostasia e menzogna... Vi dirò solo cosa per anni mi ha attanagliato, i miei pensieri più intimi e non raccontati che alla fine mi hanno indotto a comportarmi in un certo modo, cioè a non frequentare la Congregazione da più di dieci anni prima della disassociazione da essa: 1. il mio dubbio più grande; Dio è Amore.... Eppure la Sua organizzazione è piena di gente che odia tutto il "mondo" e che non vede l’ora che venga il regno di Dio sulla terra e che tutti i cattivi siano DISTRUTTI, ANNIENTATI (quante volte avete letto questi termini sulle Torre di Guardia e su Svegliatevi!????). Quindi Geova salverebbe diciamo 6 milioni di persone e ne ANNIENTEREBBE 7 miliardi... Ma vi sembra normale, vi sembra un Dio d’Amore?? Badate bene che Geova non distruggerebbe criminali, delinquenti, impostori, fedifraghi, pedofili, omicidi ma anche semplicemente tutti coloro, e sono la maggioranza stragrande, che non afferiscono all’Organizzazione dei testimoni di geova... 2. Il trattamento riservato ai fuoriusciti, ai dissociati, ai disassociati è veramente qualcosa di impressionante, di non spiegabile, di censurabile.... Dico solo che non ho mai più giocato una partita a calcio (i miei amici (????) erano tutti TdG), mai più una cena o una pizza tra amici (i miei amici (????) erano tutti TdG, in strada cambiano lato o abbassano gli occhi o mi sbeffeggiano ridacchiando tra di loro, mio padre e mia madre si sono riavvicinati a me solo pechè a soli 38 anni ho dovuto essere operato al cuore e pertanto ho avuto bisogno di assistenza continua per molti mesi..... Che nessuno mi mostri scritture che inneggiano a questo comportamento: risponderò a tutti che Dio è Amore e chi non riconosce in questo comportamento ostracizzante e demonico qualcosa di malvagio è soltanto un povero succube di una setta malvagia (così come lo sono stati i tedeschi durante la seconda guerra mondiale, così come lo sono gli appartenenti alle sette sataniche o ai movimenti fondamentalisti schiavi di circuizioni mentali e di subdoli stratagemmi) 3. mi sono sempre chiesto fin da bambino come mi sarei comportato se lo Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto ad opera del Corpo Direttivo Corpo Direttivo Dirigenza spirituale del movimento religioso dei Testimoni di Geova.
    Gruppo limitato di 10-18 membri, tutti proclamatosi della "chiamata celeste" dei 144’000 di cui pretendono di esserne i rappresentati, senza essere mai stati eletti a tale carica, autodefinitosi come unica ramo dei 144’000 con cui Dio interagisce quale canale di comunicazione sulla Terra.
    avesse dato disposizioni ai suoi fedeli di suicidarsi in massa: l’avrei fatto perchè era la volontà di Geova? qualcuno mi risponderà che sono un cretino e che mai l’Organizzazione chiederebbe cose simili, la morte dei suoi adepti.... E cosa mi rispondete allora dei capovolgimenti totali di intendimento, badate bene non verità progressiva ma stravolgimento dottrinale, operati nel corso degli anni per quanto attiene il dono degli organi (CHE SALVANO VITE O NE DETERMINANO LA MORTE), di trasfusioni (perchè in Bulgaria fu trovato un accordo compromissorio?), di servizio militare (perchè i nostri ragazzi si sono fatti 11 mesi di galera e sporcato la fedina penale ed ora no??), di rifiuto di tessere politiche che hanno causato la morte di migliaia di TdG in Malawi??? Non si tratta comunque di aver deciso per la vita altrui?? 4. le origini della verità: mi sono sempre posto queste domande: perchè se i TdG sono la luce nel mondo tale luce splende solo da 100 anni?? e quei poveretti che sono vissuti durante tutti gli altri 5900 anni che colpe hanno avuto? Chi era Charles Taze Russel? Perchè nonostante sia chiaro ed inconfutabile (ho testi originali dello stesso Charles Taze Russel comprate a caro prezzo in librerie specializzate) che il Russel fosse un massone, da nessuna parte se ne parla? Perchè un "pazzo" innamorato delle piramidi egizie passa per lo Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto o il primo Unto dallo Spirito santo da Dio dei nostri giorni? Oggi verrebbe disassociato? Perchè quando ho acquistato il "Divin Piano delle Età" e l’"Arpa di Dio", mio padre TdG mi ha risposto che ormai tutto quello che c’era scritto lì è superato??? Superato?? Ma come, ma se fu il fondatore dei TdG, il primo Schiavo fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto ?? Ma come, se fu lui a stabilire e profetizzare false date e poi lo Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto (ricordo che nel 1975 i "fratelli" riempivano le cantine di scatole di mangiare e di acqua per l’imminente fine del sistema di cose malvagio, ricordo che la guerra per le Isole Falkland da qualcuno fu scambiata per la venuta di una terza guerra mondiale che sarebbe stata le fine di questo sistema...) a profetizzarne altre (allora tra cento anni mi si dirà che le Torre di Guardia odierne non valgono nulla, sono carta straccia per lo stesso ragionamento)?? Ma come, ma ci siamo o ci facciamo, è una strumentalizzazione chiara e comprensibile anche ad un bambino!! 5. la vera organizzazione di dio si sarebbe vista dai frutti che avrebbero portato: allora signori fatevi un esame di coscienza e vedrete che i frutti prodotti dai TdG sono nè più e nè meno di quelli prodotti da tutte le religioni; discriminazione, fondamentalismo, annienatmento del pensiero, circonvenzione di "incapaci", odio verso tutti coloro che non appartengono alla stessa fede, ostracismo nei confronti degli ex appartenenti.... Dio è Amore!! 6. Perchè se il Nuovo Testamento ha di fatto eliminato, in termini di pratiche ed insegnamenti, il vecchio, continuiamo a seguire versetti estrapolati dal contesto per dire che ricevere sangue umano in forma medicale è sbagliato ed intollerabile da parte di Geova? Non è forse vero però che mangiamo di gusto le bistecche al sangue? e che un organo donato contiene imperdonabilmente sangue umano sebbene in piccole quantità? e che avendo rapporti sessuali può facilmente succedere di avere scambi ematici tra persone? Leggetevi bene il motivo del pensiero "e che vi asteniate dal sangue"... Leggete bene chi lo disse, a chi lo disse e perchè lo disse: siete studiosi? se lo siete davvero senza leggere le spiegazioni condite da "come riferisce la Bibbia", "come scritto da Geova nella sua Parola", "come si capisce dal versetto...", "come rivela la Bibbia", ma leggendole liberi da ogni contaminazione (come dice la Bibbia, la verità vi renderà liberi...) capirete subito il grande tranello della cosiddetta "verità". 7. perchè un bambino di 5 anni e mezzo deve essere mandato fuori della porta a scuola quando si canta l’inno, fuori della porta quando ci sono compleanni o ricorrenze, perchè, perchè non lo si rende libero di scegliere quando ne avrà la cognizione e la capacità come i TdG stessi insegnano prendendo in giro le altre religioni? Detto questo dico, da buon ex TdG ancora pieno di paranoie sulla predetta distruzione di tutti i non TdG, sugli apostati, su come Satana utilizzi un sacco di cose (assolutamente normali) per entrare nella nostra mente, sul fatto di essermi per anni cibato la mente di materiale "spirituale" per non lasciare entrare il demonio (classico utilizzo di parole alternative a "lavaggio del cervello"), da buon ex TdG ancora convinto di aver distrutto la mia famiglia, di aver deluso mio padre e mia madre, di aver commesso il peccato contro lo spirito santo (quanta paura da bambino), di essere stato terrorizzato dalla paventata persecuzione contro i TdG e di poter morire a causa d’essa (in realtà io per ora sono stato perseguitato solo dagli ex TdG e basta).... dico che la verità ci renderà liberi e per me è stato così: la verità mi sta rendendo libero, l’assenza di condizionamenti mi fa vedere le cose davvero come stanno, i frutti prodotti dai TdG li stanno chiaramente identificando per quello che sono, ovvero una semplice organizzazione terrena con la pretesa blasfema di rappresentare Dio, la verità mi sta liberando dal peso dei miei errori e dei miei peccati di cui mi sono largamente pentito davanti a Dio (anche Giuda che provò ad ammazzarsi consapeviole dello sbaglio tremendo che aveva fatto secondo me si pentì....)... é un percorso faticoso, TRISTE, solitario, pieno di buche e di ostacoli, ma sto cercando di uscirne con le ossa rotte ma vivo e con la voglia di amare Dio senza inutili coercizioni e falsità spacciate per uniche ed inconfutabili verità.. Ogni verità (o quasi) insegnata dai TdG è invece passibile di dubbio e di lecita richiesta di spiegazioni; Gesù disse di cercare la verità, chi cerca la verità non può essere tacciato di apostasia.... Se aprirete il cuore e le orecchie ed applicherete a Voi il monito della rivista "Svegliatevi!" capirete che si tratta di un castello di paglia ed i castelli di paglia prima o poi cadono e molti sono già caduti (profezie sbagliate, intendimenti (fraintendimenti)cambiati radicalmente, stravolgimento di versetti biblici ad arte, odio profuso e diffuso, richieste pretenziose e non bibliche, autocelebrazione, insomma, conoscerete la verità "e la verità vi renderà liberi"


    Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/ecrire/public/assembler.php(606) : eval()'d code on line 141
  • Il 11 dicembre 2012 alle 12:54, di bellemo4117 In risposta a: Pedofilia e brutalità tra i Testimoni di Geova

    Cara Marta, Gina ed Emanuela, sono nuovo e credo di aver inserito la risposta alla persona sbagliata. Ho letto con molta tristezza, sconsolatamente, la storia di Marta (ti chiami come mia sorella, un nome biblico!!!). Non posso avere parole di conforto, non posso dirti che ti capisco, alcune cose si capiscono solo provandole sulla propria pelle, e, come dice Ligabue, "vorrei poterti dire che sei al sicuro" (non me lo avrebbero fatto ascoltare i miei genitori TdG). Ma in alcune cose ti capisco perfettamente; ti capisco nei dubbi, ti capisco nelle paure, ti capisco in quelle sgradevoli situazioni di disagio e di discriminazione subite da bambina, ti capisco, insomma, nel dolore imposto al diverso... I bambini sono la voce della verità e su questo argomento non voglio spendere parole... Nessuno può essere sottomesso con la violenza, nemmeno su questo ci sono argomenti... Le volte in cui fai l’amore con la persona che ami sono affare proprio e non di anziani anziani Termine usato dai Testimoni di Geova per indicare un "Pastore spirituale" della propria comunità. lussuriosi.... Mi dispiace molto per la tua terribile esperienza, certo non tutto dipende da Dio, certo non tutto può dipendere dall’appartenenza ad una religione piuttosto che ad un’altra: ma è pur vero che nella vera ed esclusiva organizzazione di dio sulla terra (così si autocelebrano i TdG) una cosa del genere assume un’importanza ed una schifezza particolare, intollerabile, inspiegabile... Anch’io rimango un po’ sulle mie sul commento di Gina: Schiavo Fedele e Discreto Schiavo Fedele e Discreto ? Il primo fu Charles Taze Russel, noto massone della loggia di Allegheny; pensa che incredulo mi sono acquistato lettere ufficiali di Charles Taze Russel ed i libri originali "l’Arpa di Dio" e "Il Divin Piano delle Età" e la verità ora mi sta rendendo davvero libero... Nel corso degli anni lo SFD ha fatto riempire le cantine di scatole di fagioli, pasta ed acqua ai TdG profetizzando false date sull’annientamento del malvagi e la venuta del Suo regno... Ma poi chi è lo SFD? nomi e cognomi, buste paga, residenze, proprietà... Nessuno lo sa!! Comunque a parte questo, cara Marta, ti sono molto vicino, come un fratello, per quanto riguarda la tua esperienza di emarginazione ed ostracismo ricevuto dalla tua famiglia: io ne ho un esempio identico; da parte di mia madre e mio padre, di mio fratello e di mia sorella, nonchè dei rispettivi coniugi e nipoti (non so nemmeno come sono fatti perchè non li vedo mai...)... I miei genitori si sono avvicinati a me timorosi di fare la fine del padre di ofni e Fineas, solo quando stavo per morire per via di una malformazione valvolare cardiaca.. Per il resto mio fratello è solo il mio commercialista e mia sorella Marta... Mah, vorrei che lo fossi tu almeno sapresti che un fratello che si sta per ammazzare (io l’ho provato il 6 maggio 2010, salvato da alcuni passanti mentre stavo annegando) e che ti chiama per essere aiutato non ha bisogno di questa risposta "prega Geova che ti aiuti e vedrai che Lui si lascerà trovare" ma ha bisogno di te... Ti auguro una vita felice e ricca di soddisfazione e tutto il bene possibile per tua figlia (a proposito è verissimo che i TdG spingevano perchè i figli non studiassero alle superiori ed all’università: io mi sono laureato lo stesso a 38 anni!)


    Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/ecrire/public/assembler.php(606) : eval()'d code on line 181

Rispondere all'articolo


Warning: Illegal string offset 'statut' in /home/figeova/public_html/squelettes-dist/formulaires/forum.php on line 20
Forum solo su abbonamento

È necessario iscriversi per partecipare a questo forum. Indica qui sotto l'ID personale che ti è stato fornito. Se non sei registrato, devi prima iscriverti.

[Collegamento] [registrati] [password dimenticata?]

Suivre les commentaires : RSS 2.0 | Atom

cizcz

Home | A proposito | Soggetti | Testimonianze | Eventi | Riflessioni sulla Bibbia | Interazione | Altre lingue


© Copyright 2017